Articolo completo al link: www.ansa.it


LOS ANGELES – Tremila sale in America dal 1 novembre: è l’uscita record di Arctic Dogs, il primo film d’animazione italiano che riesce ad irrompere nel cinema Usa. Lo ha prodotto Andrea Iervolino con Monika Bacardi e arriverà anche nelle nostre sale, con Notorious all’inizio del 2020, mentre in America è distribuito da Entertainment Studios. Il progetto è cominciato nel 2014 con “giovani talenti italiani free lance, dagli autori dello story board a quelli della computer animation”, dice con orgoglio da Los Angeles Iervolino con la città tappezzata dei manifesti dei personaggi del film (evocano visivamente i character di Ice Age).

E’ una storia d’avventura per bambini e per famiglie, con un tema ambientale di sfondo (“non abbiamo seguito la moda del momento, già ci era sembrato un tema importante da trattare 5 anni fa”). Aaron Woodley e Dimos Vrysellas sono registi e sceneggiatori del film che ha come voci in America quelle di Jeremy Renner, Heidi Klun, James Franco, Omar Sy, Anjelica Huston e Alec Baldwin, tra gli altri. In breve si racconta di Swifty, una volpe artica (Jeremy Renner) che lavora nell’ufficio postale dell’Arctic Blast Delivery Service, ma ha sogni molto più grandi. Desidera diventare un Top Dog, i corrieri husky stellari dell’Artico. Per provare che può farlo, ordina una delle slitte e consegna un pacchetto misterioso in un luogo segreto. Una volta lì, inciampa su una fortezza nascosta sorvegliata dal malvagio Otto Von Walrus (John Cleese). Swifty scopre il piano del cattivo: perforare sotto la superficie innevata per liberare masse di gas antico per sciogliere l’Artico e diventare il sovrano del mondo. Per fermare questo sinistro schema, Swifty chiede aiuto ai suoi amici: PB (Alec Baldwin), un orso polare nevrotico, Lemmy (James Franco), un albatros sbadato, Jade Fox (Heidi Klum), una ingegnosa ingegnere, Leopoldo (Omar Sy ) e Bertha (doppiato anche da Heidi Klum), due lontre teoriche della cospirazione e Magda (Anjelica Huston), il suo capo arrogante.

“Sulla base di questo progetto Iervolino Entertainment Spa ha preso i diritti delle property dei personaggi e creato degli spin off per web short tv show da scaricare sui device o da trasmettere sulle piattaforme. Un formato di 5 minuti che è in rapidissima ascesa come consumo audiovisivo visto che – prosegue Iervolino – scarichiamo tutto sugli smartphone e non abbiamo l’attenzione di seguire a lungo. Stiamo realizzando 500 episodi di Puffins e 180 di Artice Justice secondo una pipeline, ossia il processo tecnico produttivo, totalmente in mano italiana”. Tra le attività di Iervolino Entertainment anche nei giorni scorsi i nuovi accordi di Celebrity Management per la partecipazione degli attori Johnny Depp e Antonio Banderas a programmi televisivi in Italia e in Europa.